lunedì 9 gennaio 2012

L'Occhio che tutto vede

L'Occhio che tutto vede al centro dell'affresco
(Fidenza - ex Collegio dei Gesuiti)
Decora il soffitto di una scala dell'ex Collegio dei Gesuiti di Fidenza un affresco al centro del quale troviamo un occhio da cui si dipartono raggi che terminano in una corona di nuvole. Dell'affresco fa parte una cornice che ripete elementi della scalinata principale, il tutto racchiuso in una ulteriore cornice in stucco.
La scala è inserita in un vano la cui collocazione è in opposizione alla scalinata principale  insistendo sull'angolo nord-est del cortile interno mentre la scalinata principale è sull'angolo sud-ovest.
Nella simbologia gesuitica talvolta l'occhio sostituisce lo IOD del tetragramma biblico che richiama il nome di Dio e che viene generalmente designato come l’OCCHIO CHE TUTTO VEDE.
Veduta d'insieme dell'affresco
Particolare e sezione col motivo della cornice a balaustra

In questo Ducato Tedesco del 1616 l'Occhio che Tutto Vede 
è sopra la IHS dell'Ordine dei Gesuiti
La simbologia dell'occhio che vede è comune a molte religioni ed alle logge massoniche.  Da qui un fiorire di ipotesi di un legame tra l'ordine dei Gesuiti e la massoneria e un fiorire di interpretazioni esoteriche. Per un approfondimento dei significati nascosti che si vogliono attribuire all'Occhio che Tutto Vede Rimandiamo a questo scritto di René Guénon che vi ha dedicato una delle sue ricerche giungendo a conclusioni molto particolari: L'occhio che vede tutto (René Guénon). Dello scritto riportiamo qui le prime righe: 
"Uno dei simboli comuni al cristianesimo e alla massoneria è il triangolo nel quale è inscritto il Tetragramma ebraico, o qualche volta semplicemente uno IOD, prima lettera del Tetragramma che in questo caso può esserne considerato un’abbreviazione, e che d’ altronde, in virtù del suo significato principiale, è esso stesso un nome divino, anzi, il primo di tutti secondo certe tradizioni. Talvolta lo IOD stesso è sostituito da un occhio, che viene generalmente designato come l’OCCHIO CHE VEDE TUTTO"


René Guénon

Nessun commento: